× Capa Meu Diário Textos Áudios E-books Perfil Livros à Venda Prêmios Livro de Visitas Contato
Território Inimigo
Literatura, História, Museologia e Numismática. Sítio de Goulart Gomes, o criador do Poetrix.
Textos
POETRIX IN ITALIANO
POETRIX è un terzetto contemporaneo di tematica libera, com titolo, ritmo e un massimo di trenta sillabe, possedendo figure di linguaggio, di pensiero o tenore satirico. Il più interessante è che questa definizione ha sorto dopo di questo nuovo linguaggio poetico già esistire. La parola POETRIX ( di POE, poesia; e TRIX, tre) sorge per la prima volta nella lingua brasiliana nel Manifesto POETRIX, pubblicato nel libro TRIX – Poemetos Tropi-Kais, di Goulart Gomes, che fu premiato com Menzione Speciale nel Premio Jorge de Lima, conferito per l’Academia Carioca de Letras ed União Brasileira de Escritores, in Rio de Janeiro, nel’anno 2000.

Tuttavia, il POETRIX è, certamente, il primo linguaggio poetico ad avere una definizione discorsa ed elaborata per i suoi propri praticanti; i poetrixte; nel mondo virtuale dell’internet. Il POETRIX fu proposto, a principio, come una evidente alternativa al “Hai-Kai”, mantendo la sua forma (in terzetto), ma sovvertendo il suo contenuto, al’ammetere titolo, rime, figure di linguaggio ed un maggiore numero di sillabe. Nel Manifesto POETRIX furono identificate le sue principale carateristiche, che risultarono nell’attuale definizione del nuovo vernacolo:

• possede soltanto una strofa di tre versi, senza limite di sillabe (dopo sarebbe stabilito il limite di 30 sillabe);
• il titolo è desiderabile, però non mai esigibile, potendo complementare il texto (adesso, il titolo è richiesto);
• non’esiste rigore per quanto riguarda la metrica o rima (ma il ritmo è desiderabile);
• metafore ed altri figure di linguaggio, così come neologismo, sono una constante nel POETRIX;
• in regola c’è un’interazione fra autore e lettore, provocata per messaggio “sottoliminare”;
• è minimalista, cioè, cerca di transmitere il più completo messaggio in un minore numero di parole;
• passato, presente e futuro possono essere utlizati senza distinzione;
• l’autore, i personaggi ed il fatto osservato possono interagire, comiche o illogiche (“non sense”).

Quello che c’è più chiamato l’atenzione è l’avanzato stato che il POETRIX raggiunge adesso. In poco in più d’uno ano è stata impiantata una coordinazione internazionale per il Movimento, com rappresetanti nel Messico, Spangna, Venezuela,  Portogallo e Stati Uniti oltre di diversi regioni di Brasile.

La lista virtuale di scambio (poetrix-subscribe@yahoogrupos.com.br), dove sono discussi le direzioni del Movimento, scambiate informazioni e scelti i megliori poetrix del mese, entro quell’enviati. Nella lista, adesso, ci sono più di 200 partecipanti di diversi paesi.

La home-page del Movimento Internazionale POETRIX (www.movimentopoetrix.com) ha doppiato il suo numero di visitatori in due mesi e già c’è lavori di più di 150 poetrixte, oltre dei principali informazioni sul POETRIX.

olocausto    
    
c'è quello che non c'era    
ritagli del nailon
fungo stupito


sertão
    
zuppa di pietre; né ossa
di animali morti
loro rimangono


clan    
    
siamo uguali
meno normali
ogni mattina


beatitudine    
    
riposare in pace
(è tutto blu nell'infinito)    
una caduta dal precipizio


ballata    
    
birra della mattina e voce
di caetano nel deck
io e il chiaro di luna senza noi


$alariato
    
lui vende la vita intera    
per il suo pane quotidiano    
la libertà sta a galla, freddo


discorso    
    
la lingua saprebbe    
parlare di aromi
inoltre i capelli


caatinga
    
legno cuoio rena o sabbia
nella terra corre    
sangue nelle vene



gravidanza    
    
le gocce si posano nello splendore
la donna cresce    
nasce il figlio


passato
    
scaldare sulle mani    
riscaldare le notti    
dimenticare i giorni


nausea
    
nausea della vita    
lanciarsi nelle onde
nel, o il giorno


somiglianza    
    
fra gocce    
chi semina nubi    
raccoglie tempesta


paraplegia    
    
non più amore    
le gambe, le braccia, i dolori
e non abbracciano


rasoio    
    
la vecchia corte    
come il nuovo; amore:    
oppio dello sciocco


acqua   
  
l’acqua perfora la pietra
mulini di Amsterdam
la mattina sarà più bella



Goulart Gomes, nato del 1965 a Salvador (Bahia – Brasile), há giá pubblicato diversi volumi di poesia, tra cui “Anda Luz”, “Todo Desejo”, “Sob a Pele” e “A Greve Geral”. Quale presidente del gruppo Culturale “Pórtico” há curato l’edizione di oltre 30 libri di autori contemporanei. Uno dei suoi ultimi scritti è “Poetrix”: uma raccolta di haiku, um genere letterario orientale che si è di recente diffuso anche in Occidente. Teoricamente l’haiku dovrebbe esere composto da 17 sillabe, divise in ter versi, com lo schema 5-7-5. Ma Gomes non si attiene strettamente a questa struttura, benché spesso si avvicina all’enunciato. Il ritmo però è quello classico. Il titolo “Poetrix” deriva dal termine “poesia” e “trix”, cioè terzina. Abbondante è l’uso della metáfora e altre figure retoriche, come purê di neologismi, tanto che numerose composizioni raggiungono la sublimità della’arte. La silloge crea spesso condizioni surrealiste e illogiche (quasi um non-senso), ma la sua lettura è visiva e concreta, quase da epigramma. In essa passato, presente e futuro costituiscono un’única dimensione: il Tempo.
Goulart Gomes
Enviado por Goulart Gomes em 14/08/2007
Comentários